I Quattro Principi della Spiritualità Indiana

Il Primo Principio afferma:

"Chiunque sia colui che incontri, è quello giusto"

Ciò significa che nessuno entra nella nostra vita per puro caso. Tutti quelli che ci circondano, tutti quelli con cui interagiamo, rappresentano qualcosa, ci insegnano qualcosa o ci aiutano a migliorare la nostra condizione attuale.

 

Il Secondo Principio afferma:

"Qualsiasi cosa è successa, è l’unica cosa che poteva succedere"

Nulla, assolutamente nulla di ciò che abbiamo vissuto poteva essere diverso. Nemmeno il dettaglio meno importante. Non vi è alcun - Se solo lo avessi fatto diversamente -, allora sarebbe stato diverso -.

No. Quello che è successo è l'unica cosa che poteva succedere e doveva succedere perché potessimo apprendere la lezione per andare avanti nella vita.

Ogni singola situazione della nostra vita è assolutamente perfetta, anche quando sfida la nostra comprensione e il nostro ego.

 

Il Terzo Principio afferma:

"Ogni volta che inizia qualcosa, è il momento giusto"

Tutto inizia esattamente nel momento giusto, nè prima nè dopo.

Quando siamo pronti per qualcosa di nuovo nella nostra vita, ciò è là, pronto per iniziare.

 

Il quarto Principio afferma:

"Ciò che è finito, è finito"

E’ semplice. Quando qualcosa nella nostra vita finisce, aiuta la nostra evoluzione.

Per questo, arricchiti dall’esperienza recente, è meglio lasciarlo andare e proseguire in avanti il nostro cammino.